Soluzioni
Consulenza
Formazione
Area Clienti


NEWS

 


    tutte le news                news privacy                news sicurezza 81                news antiriciclaggio
CNA, Sicurezza sul lavoro: prorogato il termine

In tempo strettamente utile e' stata pubblicata sulla G. U. n. 180 del 2/8/2008 la legge n. 129/2008 che rinvia al 1° gennaio 2009 il termine per adeguare la valutazione dei rischi nei luoghi di lavoro alle nuove disposizioni fissate dal testo unico in materia di salute e di sicurezza sul lavoro di cui al D. Lgs. n. 81/2008.

In particolare con l'art. 4, così come è stato modificato con la legge di conversione, è stato differito il termine per l'adeguamento del documento di valutazione dei rischi (DVR) nei luoghi di lavoro già fissato dal Testo Unico al 29/7/2008. E' evidente che fino alla data del 1° gennaio 2009 restano in vigore le disposizioni sulla valutazione dei rischi già contenute nell'art. 4 del D. Lgs. n. 626/1994 e s.m.i., nonché le sanzioni ad esse collegate. A partire dal 1° gennaio 2009 il documento di valutazione dei rischi aziendale dovrà, invece, essere redatto secondo i nuovi contenuti e le nuove modalità di cui agli articoli 28 e 29 del D. Lgs. 81/2008 del Testo Unico, applicando pertanto, in caso di omessa o inadeguata valutazione dei rischi, le nuove sanzioni previste dall’articolo 55 del D. Lgs. 81/2008.

Il datore di lavoro che ometterà la valutazione dei rischi e non predisporrà il documento di sicurezza, verrà punito con l’arresto da 4 a 8 mesi o con l’ammenda da 5.000 a 15.000 €. Questa proroga, a nostro avviso, è la dimostrazione che questo Governo non vuole assolutamente affrontare il problema delle morti sul lavoro. E’ incomprensibile che rispetto alla gravità del tema, si scelga un rinvio al prossimo anno.

Si sperava si tenesse fermo almeno l’art. 11 con il quale si finanziavano le attività promozionali e si affrontasse la questione “sanzioni”, che riteniamo eccessivamente alte quanto inutili per una reale applicazione delle norme di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali. Saltano, invece, i finanziamenti per progetti di investimento in materia di sicurezza sul lavoro per piccole, medie e micro imprese, per le attività di formazione degli istituti scolastici, universitari e di formazione professionale; a questi ultimi è ora affidata la diffusione della cultura della sicurezza, purtroppo solo nei limiti delle ridotte risorse disponibili.
Questo rinvio è la prova che i morti sul lavoro, nel Governo Nazionale, non rappresentino una priorità e che la vita di un lavoratore valga quanto quella di una macchina, che può rompersi o rottamarsi o essere sostituita.
La CNA predisporrà agli inizi del mese di settembre, con il proprio Ente di formazione, una serie di progetti di formazione per le scuole elementari, medie e superiori. Nelle scuole riteniamo si debba somministrare la formazione di base a tutti i cittadini che entreranno nel variegato mondo delle imprese.




HOME  -  SOCIETÀ  -  ORGANIZZAZIONE  -  SALA STAMPA  -  CONTATTI  -  MAPPA DEL SITO
©2003-2022 Alavie Srl - P.IVA 03820160962 - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy
Media system Service