Soluzioni
Consulenza
Formazione
Area Clienti


NEWS

 


    tutte le news                news privacy                news sicurezza 81                news antiriciclaggio
Posta non recapitata a rischio libera lettura

Il nuovo regolamento non garantirebbe la distruzione sicura di lettere, raccomandate ed assicurate che potrebbero finire alla mercè di terzi.

Acea Onlus, associazione per la tutela dei diritti dei cittadini, e Cobas Poste hanno inviato all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali un esposto avverso alle nuove prassi dettate dalle condizioni di servizio definite fra il Governo Italiano e Poste Italiane in merito alla macerazione della corrispondenza inevasa o giacente.
Con la riorganizzazione di Poste Italiane conseguente alla privatizzazione dell’Ente (attualmente una Spa), il Codice Postale ed il Regolamento sono stati sostituiti dalle nuove Condizioni di servizio che non tutelerebbero più in modo appropriato la riservatezza di dati personali dei cittadini destinatari.
In sintesi, mentre in passato era in vigore una procedura controllata di distruzione dei dati sensibili sotto la diretta responsabilità di funzionari postali, le nuove Condizioni di servizio prevedono invece che tutta la corrispondenza non consegnata (a partire dall’assicurata alla raccomandata, dalla corrispondenza ordinaria voluminosa al pacco postale), venga portata al macero senza alcun controllo sull’avvenuta distruzione e senza più garantire alcuna misura cautelativa sulla privacy dei cittadini.
Tale pratica, divenuta ormai norma, apparirebbe chiaramente difforme da quanto prescritto dalla legge sulla privacy ed in pratica esporrebbe molti cittadini al rischio di “far sapere i propri affari” a quanti si attrezzeranno per “lavorare” la corrispondenza non evasa al fine di trarne preziose informazioni.




HOME  -  SOCIETÀ  -  ORGANIZZAZIONE  -  SALA STAMPA  -  CONTATTI  -  MAPPA DEL SITO
©2003-2022 Alavie Srl - P.IVA 03820160962 - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy
Media system Service